Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

METODI DI CARATTERIZZAZIONE CHIMICA DEI MATERIALI

Oggetto:

METHODS FOR CHEMICAL CHARACTERIZAION OF MATERIALS

Oggetto:

Anno accademico 2021/2022

Codice attività didattica
STS0356
Docente
Monica Gulmini (Titolare del corso)
Corso di studio
Scuola di specializzazione in Beni archeologici
Giorgio Gullini
Anno
1° anno
Periodo
Da definire
Tipologia
Di base
Crediti/Valenza
3
SSD attività didattica
CHIM/12 - chimica dell'ambiente e dei beni culturali
Erogazione
Mista
Lingua
Italiano
Frequenza
Obbligatoria
Tipologia esame
Orale
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

L'insegnamento ha l'obiettivo di integrare le competenze già acquisite dai partecipanti nel loro percorso accademico con gli aspetti legati alla conoscenza dei materiali nell'archeologia e alla loro analisi attraverso tecniche di indagine chimico-fisica. Tali competenze estendono le possibilità di interazione interdisciplinare e potenziano la capacità di pensiero e attività (individuale o di coordinamento) nell’ambito della tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale. Costituiscono quindi uno strumento che si aggiunge alle competenze di ambito umanistico nella cornice dei “concetti guida” indicati del Codice dei beni culturali e del paesaggio.

Gli studenti saranno accompagnati in un percorso tra alcune tecniche di analisi chimico-fisica e coinvolti nella pianificazione di procedure di indagine strumentale per la caratterizzazione dei materiali nel contesto di percorsi di conoscenza della loro storia tecnico-produttiva, di distribuzione e di uso.

 

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Capacità di descrivere la composizione dei materiali artistici ed archeologici in relazione ai processi produttivi, di utilizzo e di degrado

Conoscenza delle principali tecniche di caratterizzazione dei materiali, del loro impatto sui manufatti e del tipo di informazione attesa

Conoscenza delle strategie di campionamento secondo gli obiettivi complessivi dell’indagine

Capacità di individuare le potenzialità del contributo dell’indagine chimica per affrontare i quesiti associati a problemi tipici delle scienze storiche

Capacità di reperire e consultare in modo critico la letteratura archeometrica.

 

Oggetto:

Programma

Attivazione e condivisione di senso: attività in remoto e in aula volte a ricostruire il percorso formativo pregresso allo scopo di individuare i percorsi specifici di apprendimento da adottare in base alle competenze già acquisite dai partecipanti.

Attività in autoformazione (videolezione asincrona, test, forum di approfondimento)

  • Il lessico della materia - sostanze, miscugli, trasformazioni chimiche e fisiche

Modulo 1 - Acquisizione/allenamento di competenze sui seguenti argomenti (videolezione sincrona):

  • Visione generale sulle tecniche per “interrogare” i materiali – stimoli (radiazione, particelle, ecc…), approcci (invasivo/non-invasivo, distruttivo/non distruttivo, superficiale/di bulk) e risultati attesi (composizione, struttura, micro-morfologia)
  • Figure di merito dell’analisi chimica – esattezza, precisione, limiti di rilevabilità
  • Principi e metodi di campionamento

Modulo 2 - Presentazione di vari materiali con esame dei metodi di caratterizzazione (videolezione sincrona):

Vetri - Introduzione sul materiale; tecniche e procedure di indagine applicate al riconoscimento delle materie prime, degli agenti coloranti e opacizzanti, dei processi di degrado (tecniche di indagine morfologica e analisi elementare: microscopia ottica, SEM-EDS, LA-ICP-MS, ICP-OES, PIXE)

Ceramiche – Introduzione sul materiale; tecniche e procedure di indagine applicate allo studio della provenienza dei manufatti, alla definizione dei processi produttivi e delle tracce organiche associate all’utilizzo (tecniche di indagine morfologica e analisi elementare: microcopia ottica, SEM-EDS, LA-ICP-MS, ICP-OES, PIXE - elaborazione multivariata dei dati, XRD, tecniche cromatografiche)

Metalli – Introduzione sul materiale; tecniche e procedure di indagine per l’identificazione della composizione e per lo studio dei metodi di saldatura (analisi elementare: SEM-EDS, LA-ICP-MS, ICP-OES, PIXE)

Materiali pittorici – Introduzione sul materiale; tecniche e procedure di indagine per il riconoscimento dei materiali utilizzati (XRF, spettroscopia Raman, FORS, tecniche cromatografiche)

 

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Lezioni frontali, attività seminariali da svolgere in remoto, discussione su forum dedicati, test con google form.

Tutte le lezioni si svolgono in modalità sincrona presso la stanza virtuale del docente:

https://unito.webex.com/meet/monica.gulmini

 

 

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

In itinere: al termine del primo modulo, valutazione di un compito assegnato via moodle e relativo agli argomenti trattati (20% della valutazione)

Finale: Valutazione di una breve relazione (si concorderà la modalità più opportuna tra scritto o presentazione orale) relativa alla lettura critica di un caso studio reperito il letteratura (60% della valutazione) e colloquio finale relativo ai vari argomenti del corso (20% della valutazione).

 

 

 

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

Slides delle lezioni. Articoli scientifici disponibili on-line sul sistema bibliotecario di ateneo.

G. Artioli. Scientific methods and cultural heritage: an introduction to the application of material science to archaeometry and conservation science. 2010, Oxford (Disponibile come PDF dal sistema bibliotecario di ateneo)

 



Registrazione
  • Chiusa
    Apertura registrazione
    01/01/2022 alle ore 08:00
    Chiusura registrazione
    31/01/2022 alle ore 08:00
    Oggetto:
    Ultimo aggiornamento: 03/02/2022 18:29